Poliambulatorio Giano
Medicina Funzionale e Ozonoterapia
/images/5f845b2919767b03185f972f-Covid-Ozono.jpg
Ozonoterapia

Le proprietà dell’Ozono:

  • antisettica (ha capacità di uccidere batteri e funghi e di inattivare i virus);
  • antinfiammatoria (per incremento delle citochine anti-infiammatorie e riduzione delle citochine pro-infiammatorie);
  • antidolorifica;
  • decontratturante della muscolatura, specie di origine traumatica o da iperattività motoria intensiva;
  • riattivare la circolazione sanguigna, specie quella del microcircolo capillare;
  • ossigenante (aumenta la cessione di ossigeno ai tessuti periferici);
  • rivitalizzante (per ottimizzazione del legame tra ossigeno e globuli rossi e quindi del rilascio di ossigeno ai tessuti periferici) e anti-radicali liberi (Anti-Age per la prevenzione dell’invecchiamento grazie all’azione incrementante i sistemi antiossidanti endogini quali il Glutatione ridotto, la Super-Ossido-Dismutasi e la Catalasi);
  • lipolitica (utilizzata per il trattamento di cellulite e adiposità localizzate);
  • immunomodulate: normalizza e riquilibra le risposte immunitarie alterate dell’organismo aumentando quelle in difetto (es. immunodeficienze) e riducendo quelle in eccesso (es. allergie, malattie autoimmunitarie, ecc.) grazie all’azione sui mediatori chimici dell’infiammazione, con riduzione delle Citochine e Interleuchine pro-infiammatorie e aumento delle Citochine e Interleuchine anti-infiammatorie.

 

 

 

L’Ossigeno-Ozono Terapia consente di risolvere o migliorare numerose patologie. Qui di seguito i disturbi maggiormente trattati attraverso l’ossigeno-ozono terapia.

Ortopedia

Per problemi muscolari, ossei e tendinei caratterizzati da spiccata sintomatologia dolorosa, con efficacia sia nelle affezioni acute con manifestazioni infiammatorie, sia in quelle degenerativo-croniche quali:

  • cervicalgie e dorsalgie, lombalgie e lombo sciatalgie (da protusioni ed ernie discali o da contratture muscolari dolorose);
  • periartrite scapolo-omerale, artrosi del ginocchio (gonartrosi);
  • epicondiliti e borsiti del gomito, distorsioni, fibromi algie, talalgie, tendinopatie;
  • artrite reumatoide;
  • sindrome del tunnel carpale, morbo di De Quervain.

Gastroenterologia e patologie colon-procto-rettali

  • Dismicrobismi intestinali, colibacillosi;
  • colite spastica e atonica;
  • colon irritabile, meteorismo;
  • stitichezza, diarrea, intolleranze alimentari;
  • candidosi intestinale;
  • Colite ulcerosa e Morbo di Crohn;
  • Diverticolosi e diverticolite del colon, Emorroidi, Proctiti, Ragadi ed Eczemi anali;
  • Epatopatie croniche (da epatite virale di tipo B o C).

L’Ozonoterapia (sotto forma di insufflazione rettale) può essere associata alla fase finale dell’Idro-Colon-Terapia per potenziarne gli effetti in tutte le patologie suddette.

Dermatologia

  • Dermatiti, foruncolosi, acne (specie nella varietà “cistica”), prurito cutaneo;
  • Alopecia (calvizie, caduta dei capelli);
  • Infiammazioni dermo-epidermiche (infiammazioni dermatologiche) localizzate;
  • Ulcere di arti inferiori, ulcere trofiche, piaghe da decubito, piede diabetico;
  • Herpes Simplex ed Herpes Zoster;
  • Psoriasi;
  • Micosi (es. Micosi cutanee in genere, micosi interdigitale del piede o “piede d’atleta”, candidosi orale e genitale) e Onicomicosi.
  • Cellulite.

Patologie uro-genitali

  • Cistiti ed uretriti recidivanti e persistenti (resistenti a terapia antibiotica o antimicotica);
  • Endometriti e vulvo-vaginiti batteriche o micotiche recidivanti e persistenti (resistenti a terapia).

Geriatria

Arteriosclerosi, Sclerosi celebrale, Morbo di Parkinson, decadimento senile e demenza (senile, vasculopatica e di Alzheimer).

Oculistica

  • maculopatia degenerativa senile;
  • retinopatia arteriosclerotica.

Odontoiatria

  • gengivite;
  • parodontite (piorrea alveolare comportante la caduta dei denti);
  • terapia di supporto negli impianti dentari e negli interventi di osteointegrazione per evitare il riassorbimento dell’osso alveolare da infezione o da insufficiente irrorazione sanguigna.

Patologia Vascolare

  • flebiti agli arti inferiori caratterizzate da insufficienza venosa cronica (varici, edemi, piaghe ed ulcere flebopatiche);
  • arteriopatie periferiche caratterizzate da insufficienza arteriosa e ischemia dei distretti periferici, quali:
    arteriopatia obliterante degli arti inferiori e claudicatio intermittens,
    claudicatio intermittens, ulcere arteriose degli arti inferiori, vascolopatia diabetica e piede diabetico, angiosclerosi arteriosa cavernosa con conseguente disfunzione erettile;
  • deficit cerebrali conseguenti ad ictus celebrale e deficit della funzione cardiaca conseguenti ad infarto miocardico (terapia del post-ictus e del post-infarto).

Medicina internistica e immunologia

Grazie alla proprietà di immunomodulazione in tutte le malattie che necessitano di una regolazione del sistema immunitario:

  • Epatopatie croniche (da epatite virale di tipo B o C);
  • Allergie (rinite, asma bronchiale);
  • Intolleranze alimentari;
  • Collagenopatie e malattie autoimmuni (Sclerosi Multipla, Sclerodermia, LES, Artrite Reumatoide, Morbo di Sjogren, Morbo di Burger, Morbo di Raynaud ecc.);
  • Stati di immunodepressione con facile suscettibilità a infezioni recidivanti.

Riabilitazione

Grazie alla sua attività di depurazione, di rinforzo, di rivitalizzazione, stimolante il sistema immunitario e riattivante la circolazione sanguigna anche nei distretti più periferici.

Indicato soprattutto per persone:

  • Anziane, allettate, debilitate, asteniche, cachettiche, convalescenti;
  • Negli sportivi, nell’ambito di un trattamento riabilitativo post-traumatico, antinfiammatorio, antidolorifico e decontratturante.

Medicina Estetica

Considerato che una delle cause fondamentali dell’invecchiamento viene ritenuta la ridotta eliminazione e l’accumulo tissutale di cataboliti cellulari e che il rallentamento della circolazione ematica e linfatica sia, allo stesso tempo, la principale causa ed effetto di tale ridotta eliminazione di cataboliti cellulari, ne consegue che l’Ozono-terapia, per la sua attività di riattivazione della circolazione sanguigna e, in particolar modo del microcircolo capillare, favorisce lo smaltimento e l’eliminazione delle scorie e dei cataboliti cellulari responsabili dei processi di invecchiamento.

L’Ozono-terapia, inoltre, svolge anche una importante azione anti-radicali liberi, poiché stimola l’organismo a produrre sostanze riducenti e antiossidanti endogene contrastanti l’azione dei radicali liberi.

In Medicina Estetica l’Ozono-terapia viene impiegata anche nel trattamento della cellulite grazie alla sua triplice azione:

  • Lipolitica: per scissione degli acidi grassi a catena lunga, rendendo queste catene più corte e quindi idrofile che così possono legarsi più facilmente ai liquidi ed essere espulse facilmente con le urine;
  • Riattivazione del microcircolo capillare: per cui viene favorito lo smaltimento e l’eliminazione delle scorie e dei cataboliti cellulari;
  • Attivazione del metabolismo tissutale locale con miglioramento della circolazione veno-linfantica (effetto linfodrenante e antiedema).

 

Modalità di somministrazione

A seconda del tipo e della gravità della patologia, si distinguono in:

Topica (locale)

  • Per infiltrazione sottocutanea mesoterapica;
  • Per infiltrazione intramuscolare locale (es: a livello delle docce paravertebrali in caso di protrusioni ed ernie discali);
  • Per applicazione di sacchetti di plastica a tenuta stagna contenenti Ozono, alle estremità del corpo (in caso di piaghe agli arti).

Generale

  • Grande AutoEmoTerapia (G.A.E.T): prelievo di 150-200 cc. di sangue da una vena del braccio, aggiunta di Ossigeno-Ozono e successiva reinfusione endovena del sangue trattato;
  • Piccola AutoEmoTerapia (P.A.E.T.): prelievo di 5-10 cc. di sangue da una vena del braccio, aggiunta di Ossigeno-Ozono e successiva normale iniezione intramuscolare (valida come alternativa su scala minore rispetto alla Grande Auto-Emotrasfusione). Funziona come un autovaccino potenziando le difese immunitarie e rendendo i tessuti più vitali;
  • Flebo Ozonizzate: infusione endovena di Soluzione Fisiologica addizionata di Ozono;
  • Insufflazioni rettali: ad opportuna concentrazione e quantità, nell’intestino per via rettale dove viene facilmente assorbito dalla mucosa del colon: in caso di patologie intestinali e dell’apparato digerente (colite spastica e atonica, colite ulcerosa, colon irritabile, Morbo di Crhon, colibacillosi, diverticolite e diverticolosi del colon, epatiti virali, emorroidi, ragadi, proctiti, stipsi, eczemi anali, ecc.), ma anche nei casi in cui il trattamento generale della Grande Auto-Emotrasfusione non è realizzabile per impraticabilità venosa o per motivi diversi. L’insufflazione rettale ha un’efficacia pressoché analoga e sovrapponibile alla grande autoemoterapia.
  • Insufflazioni vaginali (infezioni ricorrenti o resistenti a farmaci ad es. candidosi), vescicali (infezioni ricorrenti o resistenti a farmaci, cistiti interstiziali), nasali (sinusiti croniche);
  • Terapia Idropinica: acqua addizionata con Ossigeno-Ozono che si può assumere per via orale (in caso di malattie gastrointestinali e come trattamento di benessere in generale).

 

/images/5f845b3619767b03185f9730-ozono3.jpg
Medicina Funzionale

La medicina funzionale si basa sulla ricerca delle cause profonde dei disturbi e delle malattie al fine di arrestare, da un lato, i processi patologici e, dall’altro, di mettere in moto tutti i meccanismi benefici e promotori della salute.

L’obiettivo è quello di trattare la persona nella sua completa unità di corpo e ambiente.

adottiamo un approccio valido alle patologie croniche ed alle problematiche ossee analizzando i fattori di rischio alla radice della malattia e personalizzando un piano di terapie efficace e non invasivo. Attraverso terapie specifiche ed il cambiamento alimentare è possibile dare i mattoncini necessari per la struttura ossea e della cartilagine. Accompagnati lungo un percorso terapeutico a lungo termine è possibile raggiungere lo scopo

I percorsi terapeutici sono numerosi, integrati e multidisciplinari, e vengono applicati in modo individuale e personalizzato al paziente.

 

Tra le varie terapie biologiche che abbiamo a disposizione le più importanti sono

  • Ossigeno-ozono terapia
  • Terapie chelanti
  • Fitoterapia e nutriterapia
  • Terapie batteriche

 

L’ossigeno-ozono terapia è un trattamento minimamente invasivo basato sull’utilizzo di una miscela di ossigeno-ozono che permette di ottenere dei risultati significativi per la cura di numerose patologie. E’ in grado di stimolare e implementare i meccanismi di protezione cellulare contrastando l’azione dei radicali liberi e di altre sostanze tossiche.

 

 

TERAPIE INFUSIONALI

Molto spesso le carenze nutrizionali sono consistenti e richiedono delle infusioni per ripristinare le scorte e stimolare il metabolismo.

In base alla clinica e alla diagnostica, vengono proposte delle flebo contenenti dosaggi adeguati di antiossidanti, Vitamina C, Vitamine del gruppo B, aminoacidi, etc.

/images/5f845e9a19767b03185f9732-terapia-chelante-3.jpg
Terapia Chelante

La Terapia Chelante ha notevoli applicazioni sia in ambito preventivo che in varie patologie degenerative. Essa si avvale principalmente dell'utilizzo di un aminoacido di sintesi: l'edta (acido etile diammino tetracetico). L’EDTA è una sostanza chimica che rimuove i metalli indesiderabili, attraverso la chelazione (legame elettrochimico) dai liquidi o tessuti con i quali viene a contatto.

 

Numerosi studi scientifici riportano un effetto benefico di questa terapia nelle patologie cardiovascolari, ma nel nostro Paese non è ancora stata ufficialmente approvata per la cura specifica delle malattie cardiovascolari. L’utilizzo è invece universalmente e scientificamente riconosciuto per la cura delle intossicazioni da piombo, minerali tossici, da digitale e nelle ipercalcemie.

Le principali attività di questa molecola sono:

  • Chelazione dei minerali tossici.
  • Chelazione del calcio depositato sulle pareti dei vasi del microcircolo con attivazione

di questo.

  • Potente effetto anti radicali liberi
  • Effetto antiaggregante piastrinico.
  • Eliminazione dei cataboliti del calcio e del colesterolo

 

L’organismo è infatti frutto di una stretta collaborazione tra le nostre cellule ed i microrganismi residenti ed un’alterazione di questo equilibrio può sfociare in diversi disturbi, la terapia batterica è volta a promuovere o mantenere una eubiosi microbica ed ostacolare la cosiddetta disbiosi intestinale. 

Dottori Correlati
Dr.ssa Maraldi Susanna

Medico - Spec. Ortopedia e Traumatologia - Ozonoterapia
Prestazioni Correlate
Terapia Infiltrativa
Poliambulatorio Giano

Poliambulatorio Giano - Via Ancona, 290 - 47522 Cesena (FC)
Tel. 0547.334999 digitare 2
Cell. Rep. e Urg. 393.9021487 (8-20 lun-sab)
Tel. podologia 0547.334925
info@poliambulatoriogiano.it